Associazioni e Istituzioni

AIAV: dubbi sulla nuova legge

Pubblicato: giovedì 30/giugno/2016 alle 4:37 pm   /   by   /   commenti (0)
Fulvio Avataneo

Fulvio Avataneo

È perplesso Fulvio Avataneo, Presidente dell’AIAV (Associazione Italiana Agenti di Viaggio), in merito ad una nuova legge che sostituisce il Fondo di Garanzia.

“Gli agenti di viaggio sono i primi, come sempre, a voler rispettare le leggi – dichiara Fulvio Avataneo – ma queste devono essere chiare, eque e sostenibili, mentre la legge che sopprime il Fondo Nazionale di Garanzia e trasferisce alle imprese turistiche l’onere di garantire al consumatore il rimborso in caso di insolvenza o fallimento è ancora decisamente inadeguata e confusa”.

“Il Governo sia chiaro – continua Avataneo – ci dica in che misura e con quali modalità dovremo garantire il nostro cliente, e noi lo faremo. Dovranno però essere misure e modalità ragionate e pesate con attenzione, perché le nostre imprese non sono disposte a gettare via i soldi dalla finestra. E sarebbe anche opportuno conoscere quali sanzioni si applicheranno agli inadempienti, e se le stesse condizioni e sanzioni verranno applicate anche alle “associazioni senza scopo di lucro” che molte leggi regionali favoriscono rispetto alle nostre imprese. Gli agenti di viaggio corrono il rischio di diventare facili prede di regole assurde”.

Oggi le agenzie alimentano il Fondo Nazionale con una percentuale del 4% sul costo della polizza di Responsabilità Civile (appunto venti, trenta euro/anno), ma dal 1° luglio, le stesse agenzie pagherebbero un premio di migliaia di euro.

“Il 1° luglio non è il D-Day – conclude il Presidente Aiav – e se per quella data non saremo in possesso di una nuova polizza assicurativa non succederà assolutamente nulla: nessuna sanzione amministrativa, nessuna sospensione dell’attività. Aspettiamo che la polvere si posi e che insieme (magari) ad un chiarimento arrivino anche altre opportunità, perché quelle oggi esistenti o non consentono di scegliere, o sono decisamente fantasiose e prive di consistenza”.

Comments (0)

write a comment

Comment
Name E-mail Website