USA e tasse alberghiere. A San Francisco tassa per investimenti

Associazioni di categoria, Attualità, Destinazioni, Hotel Nessun Commento »
Pubblicato il: 10 aprile 2013

san francisco alamo square 300x199 USA e tasse alberghiere. A San Francisco tassa per investimentiL’associazione degli alberghi di San Francisco ha approvato la creazione del MED (Moscone Expansion District)  una tassa per tutti gli ospiti che soggiornano negli hotel all’interno della città e della contea di San Francisco; la tassa entrerà in vigore dal 1 luglio 2013. I fondi saranno utilizzato per espandere e modernizzare il Moscone Center, la struttura congressuale di San Francisco.
Le percentuali di seguito sono comprensive delle attuali tasse di occupazione  (TOT e TID) e della nuova tassa MED : Fino al 30 giugno 2013 = 15,5% (zona 1) e 15% (zona 2); 1 Luglio 2013 – 31 dicembre 2013 = 16% (zona 1) e 15,3125% (zona 2), Dal 1 gennaio 2014 in poi = 16,25% (zona 1) e 15,0625% (zona 2)
Visualizza il testo completo »



Le fees…conviene applicarle? Sì, no, forse…

Editoriale, Liliana Comandè 45 Commenti »
Pubblicato il: 28 marzo 2013

di Liliana Comandè.

Dispiace leggere certi articoli basati sul…nulla e sull’assoluta mancanza di “conoscenza” di come va il mondo agenziale.

Ritorna di moda parlare delle fees da applicare sui preventivi che vengono richiesti quotidianamente agli agenti di viaggio. C’è un giornalista di una rivista di settore che ha scritto che non si devono applicare perché il lavoro dell’agente di viaggio è anche questo e, quindi, non è giustificata la richiesta delle fees. Io vorrei dire, però, che i tempi sono cambiati e i cosiddetti clienti sono diventati così poco rispettosi del lavoro altrui che si permettono di chiedere anche a 10 agenzie le quotazioni per un viaggio, portandosi dietro ogni volta il preventivo più basso e chiedendo un ulteriore sconto. Sono oltre 30 anni che si parla di questa tassa da far pagare – e da scalare nel momento in cui il viaggio viene prenotato – e qualche agenzia l’ha anche applicata con successo. Ma siamo italiani, e ciò che poteva diventare un riconoscimento per il lavoro svolto a vuoto dalle le agenzie, e un sistema “educativo” per i clienti, è andato a farsi friggere. La mancanza di unità del settore ha sempre fatto tutto il resto e, quindi, ancora oggi ci troviamo a discutere su questo quesito: applicare le fees? Sì, no, forse…
Visualizza il testo completo »



Spagna, Germania, Francia e Regno Unito chiedono l’eliminazione della tassa su CO2

Attualità, Compagnie aeree, economia Nessun Commento »
Pubblicato il: 13 settembre 2012

CO2 Airbus 200x300 Spagna, Germania, Francia e Regno Unito chiedono l’eliminazione della tassa su CO2Spagna, Germania, Francia e Regno Unito, i quattro paesi che fanno parte del consorzio Airbus, hanno chiesto l’eliminazione della tassa su CO2, che è stata imposto alla navigazione aerea nei paesi comunitari all’inizio del 2012.

Per i quattro paesi, è la OACI ( Organizzazione di Aviazione Civile Internazionale), l’istituzione che deve risolvere  la questione tra l’UE e paesi quali China, India, e Stati Uniti che si oppongono al fatto che le loro compagnie aeree paghino questa tassa. 
Visualizza il testo completo »

Federalberghi durissima critica sull’imposta di soggiorno “un condensato di fantasia”. Forte perplessità circa l’applicazione e il senso di questa tassa. I dati emergono dall’analisi svolta con Mercury

Associazioni di categoria, Attualità, Destinazioni, economia, Hotel Nessun Commento »
Pubblicato il: 23 luglio 2012

Bernabò Bocca Federalberghi durissima critica sull’imposta di soggiorno “un condensato di fantasia”. Forte perplessità circa l’applicazione e il senso di questa tassa. I dati emergono dall’analisi svolta con MercuryUn chiaro messaggio da Federalberghi: la tassa va abolita. “L’imposta di soggiorno è una tassa sui consumatori le cui modalità di applicazione e di esenzione sono un tale condensato di fantasia difficile da spiegare non solo ai turisti italiani ma ancor di più agli stranieri”. È il commento del Presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, alla lettura dei risultati di una capillare analisi, consultabile sul sito della Federazione e svolta in collaborazione con Mercury Srl, su una tassa invisa al 72% degli italiani (indagine Federalberghi-Dinamiche 2007).
Visualizza il testo completo »



Federalberghi critica duramente la tassa di soggiorno a Modena, “inopportuna in questo momento dopo il sisma”

Associazioni di categoria, Attualità, economia, Hotel Nessun Commento »
Pubblicato il: 27 giugno 2012

Bernabò Bocca.jpg piccola Federalberghi critica duramente la tassa di soggiorno a Modena, “inopportuna in questo momento dopo il sisma”Federalberghi critica la comunicazione che è arrivata agli Albergatori di Modena relativa all’imposta di soggiorno da far pagare alla clientela dal 1° luglio. La tassa oscillerà dai 50 centesimi delle strutture ad 1 stella ai 4 euro per quelle a 5 stelle;
Visualizza il testo completo »

Comune di Milano: ok alla tassa di soggiorno da settembre. Esenti congressi e fiere

Attualità, economia, Hotel Nessun Commento »
Pubblicato il: 15 giugno 2012

Milano Galleria 147x150 Comune di Milano: ok alla tassa di soggiorno da settembre. Esenti congressi e fiereÈ stata approvata dal Consiglio comunale di Milano l’introduzione dell’imposta di soggiorno per chi alloggia nelle strutture ricettive della città che entrerà  in vigore il 1° settembre 2012. Per eventi congressuali e fieristici degni di nota sarà possibile ottenere l’esenzione, a condizione però che gli hotel mettano in atto una riduzione dei prezzi pari almeno al 25% per “incentivarli”.
Visualizza il testo completo »



Bocca: l’Imposta di Soggiorno non aiuta la ripresa economica

Associazioni di categoria, Mondo turistico Nessun Commento »
Pubblicato il: 8 marzo 2011

Bernabò Bocca.jpg piccola Bocca: lImposta di Soggiorno non aiuta la ripresa economicaIl 2 marzo 2011 la Camera ha approvato, in via definitiva, il decreto sul Federalismo Fiscale Municipale e di conseguenza l’imposta di soggiorno è stata reintrodotta. La Federazione degli albergatori italiani pur mantenendo lo stato di agitazione, ha deciso di accettare le prenotazioni alberghiere per il 17 marzo unicamente per onorare il 150° dell’Unità d’Italia e non arrecare ulteriore danno al settore. 
Visualizza il testo completo »

Assoturismo-Confesercenti contraria alla tassa di soggiorno

Associazioni di categoria Nessun Commento »
Pubblicato il: 20 gennaio 2011

Assoturismo-Confesercenti esprime una netta contrarietà alla possibile reintroduzione della “tassa di soggiorno”, ipotizzata nei giorni scorsi, nell’ambito del decreto di attuazione del federalismo.
Visualizza il testo completo »



Fiavet: preoccupazione sulla tassa di soggiorno

Associazioni di categoria Nessun Commento »
Pubblicato il: 19 gennaio 2011

logo fiavet Fiavet: preoccupazione sulla tassa di soggiornoFiavet  manifesta la propria contrarietà rispetto alla prospettata introduzione della tassa di soggiorno nei comuni a vocazione turistica.  Per Cinzia Renzi, presidente Fiavet: “E’ paradossale come il turismo nel nostro paese sia chiamato in causa solo per l’introduzione della tassa di soggiorno. Spiace constatare ancora una volta la miopia di certe proposte che non fanno altro che peggiorare la situazione di un comparto già in forte “depressione”.
Visualizza il testo completo »

Touring Club Italiano: no alla tassa di soggiorno se non finalizzata alla valorizzazione del territorio

Mondo turistico Nessun Commento »
Pubblicato il: 18 gennaio 2011

logo1.giftouring club italiano1 150x26 Touring Club Italiano: no alla tassa di soggiorno se non finalizzata alla valorizzazione del territorioLa tassa di soggiorno, che si presenta come uno dei primi atti del federalismo fiscale e che permetterebbe ad alcuni Comuni di introdurre un contributo di soggiorno ai turisti sul modello della capitale, sta scatenando reazioni contrastanti da parte di tutti gli operatori del settore.
Visualizza il testo completo »

WP Theme & Icons by N.Design Studio
Entries RSS Comments RSS Esci da questo account