vienna 1I più celebri pittori dell’epoca della Ringstrasse, Simon Wiesenthal e il suo operato, Edvard Munch, i mondi del Romanticismo e i capolavori dell’Espressionismo tedesco: sono solo alcune delle rassegne allestite a Vienna nella seconda metà del 2015.

Diversi musei hanno voluto organizzare delle rassegne straordinarie in occasione del 150esimo anniversario dell’inaugurazione della Ringstrasse di Vienna. Il Belvedere propone a partire dal 3 luglio 2015 la mostra Klimt e la Ringstrasse, dedicata ai carismatici pittori dell’epoca. Si parte dall’operato del principe degli artisti Hans Makart fino a giungere al trionfo del giovane collettivo di pittori raccoltisi intorno a Gustav Klimt. L’esposizione Wiesenthal a Vienna al Museo Ebraico in piazza Judenplatz, allestita in occasione della decima ricorrenza della morte di questo grande personaggio austriaco, approfondisce il suo legame con la città in cui operò. Simon Wiesenthal (1908-2005) dedicò tutta la sua vita al passato nazionalsocialista, influenzando in modo decisivo il capitolo della Storia dell’Austria in cui fu necessario contrastare la tendenza a rimuovere i fatti della Guerra. Negli anni Novanta, dopo aver combattuto per anni, riuscì a far realizzare un memoriale per gli Ebrei assassinati nella shoah e contribuì così a cambiare il volto della città dove aveva scelto di vivere.

L’Albertina presenta Edvard Munch nella sua veste di pioniere delle arti grafiche ed espone 120 tra le più significative opere dell’artista norvegese, tra cui anche icone del suo operato artistico come “L’urlo”, “Madonna” e “Il bacio”. I mondi del Romanticismo, la seconda grande rassegna dell’Albertina, illustra i diversi volti di questo movimento artistico musicale, culturale e letterario, che iniziò ad affermarsi intorno al primo Ottocento. Si potranno ammirare opere di Caspar David Friedrich, Philipp Otto Runge, Francisco de Goya, Karl Friedrich Schinkel e William Turner. Il Museo Leopold al MuseumsQuartier si dedica invece nell’autunno 2015 agli albori dell’avanguardia tedesca nell’ambito del Modernismo.

La mostra Un’esplosione di colori. Capolavori dell’Impressionismo tedesco presenta una selezione di trenta dipinti e ottanta lavori su carta di tutti i principali esponenti dell’Espressionismo tedesco, tra cui gli artisti del circolo Die Brücke Ernst Ludwig Kirchner, Otto Mueller e Karl Schmidt-Rottluff, e rappresentanti delle associazioni artistiche Neue Künstlervereinigung München e Der Blaue Reiter, come Gabriele Münter, Alexej von Jawlensky e Franz Marc. Le opere esposte provengono dall’Osthaus Museum di Hagen.