Sidi Bou Said mareAd un’ora di volo da Roma e a due da Milano ed ecco il fascino dell’Africa. Non l’Africa nera, ma quella Mediterranea, quella che conserva le vestigia di quanto sia stata vicina a noi all’epoca dei Romani. Mediterranea nella purezza del mare e nel colore dei fiori e dove una vacanza diventa una esp erienza da ricordare, un’altalena di suggestioni ed emozioni che arricchiscono l’anima. La Tunisia, specchio della sua lunga storia di dominazioni e contaminazioni ma che ha saputo armonizzare le tradizioni culturali africane e arabe con quelle europee in un mix insolito e irresistibile.
Il paese offre , una varietà estrema di paesaggi: a nord le grandi foreste di sughero, lungo le coste vegetazione rigogliosa e interminabili spiagge di sabbia fine; più a sud l’isola di Djerba, leggendaria terra dei mangiatori di loto che tentarono Ulisse. Infine il Sahara, con le splendide oasi e palmeti e il fascinoso deserto.
Bastano anche pochi giorni per cogliere gli aspetti essenziali di un incantevole luogo, sia dal punto di vista naturalistico, sia da quello Sidi Bou Said case2architettonico.
Il tipico villaggio andaluso che sovrasta il Golfo di Tunisi, Sidi Bou Said, è un piccolo paradiso in cui, camminando nelle stradine, si rimane impressionati dai forti contrasti di colore. Il bianco delle costruzioni caratterizzate dai balconi e dalle persiane azzurre, il blu del cielo e il verde delle piante rampicanti.

 

Caratteristico è anche andare alla ricerca di oggetti artigianali che si trovano nei numerosi negozi che costeggiano le viuzze, o sulle bancarelle dove contattare con il commerciante è una prassi consolidata e divertente.

 

Al fermento dei turisti, che si affannano a fotografare ogni particolare, si contrappone la calma del bar della piazzetta dove si respira l’atmosfera tipicamente orientale del dolce far niente, in cui solo gli uomini, seduti al tavolino, sorseggiano il tradizionale tè alla menta, inebriati dal profumo dei gelsomini che si sente tutt’attorno.

 

 

Si può visitare Sousse, porto di primaria importanza commerciale, che unisce alle tracce di un inconfutabile passato, riscontrabili nell’antica Medina, la modernità di strutture ricettive capaci di garantire ai visitatori standard elevati di comfort.
Tunisia oasiA pochi chilometri da Sousse, si trova la deliziosa Port El Kantaoui, considerata la perla del turismo moderno tunisino e piccolo porto per le imbarcazioni da diporto. Anche qui predomina il colore bianco e azzurro e l’architettura di Sidi Bou Said.
L’ambiente, però, ricalca maggiormente quello di qualche località balneare europea, in cui attenzione particolare viene data ai divertimenti e alle distrazioni di vario genere.
Non va dimenticata Hammamet che rappresenta, senza dubbio, la località più famosa della Tunisia per la bellezza del luogo ed il fascino del mare, delle spiagge, del sole e delle palme.
Ma la Tunisia è archeologia, mosaici, storia, cultura, tradizioni antiche, oasi e un deserto che non mancherà sicuramente di incantare chi ha la fortuna di potercisi addentrare.
L .C.