Di Alberto Lentini

L’estate è alle porte e la voglia di vacanza si fa sentire più che mai. L’arcano da sciogliere è sempre lo stesso: dove andare a trascorrere l’agognato periodo di riposo? Tra le tante mete del 2010 una delle più gettonate è il Nord Europa, in particolare l’Estonia. Il Paese, situato sulle rive del Mar Baltico, ha molto da offrire ai suoi visitatori. In un territorio più piccolo del Piemonte e Lombardia messi insieme, l’Estonia ospita ogni anno oltre tre milioni di turisti. Il segreto? Oltre ad essere una bellissima destinazione è molto interessante per diversi aspetti: natura incontaminata, grande varietà paesaggistica, città allegre e cosmopolite.

Sono passati soltanto diciannove anni da quando, nel 1991, il Paese ha conquistato l’indipendenza e, a dispetto dei veloci cambiamenti avvenuti, rimane ancora un posto ricco cultura e tradizioni. Non c’è dubbio che negli ultimi anni l’interesse per questo Paese è vertiginosamente aumentato, soprattutto tra gli italiani. Ad attrarre i turisti sono, senza dubbio, la bellezza e la vitalità della capitale estone, ma anche i prezzi competitivi. L’ideale per chi cerca una meta ‘cheap and fun’.

Trascorrere una vacanza, anche breve, in Estonia è dunque diventato un vero e proprio trend. Del resto, oggi raggiungere l’effervescente capitale è molto più semplice, anche a bordo di una nave da crociera. Il punto di partenza ideale per conoscere più da vicino il popolo estone, è atterrare a Tallinn, già definita da molti come la capitale trendy di una nuova Europa. Strategicamente situata sulle sponde del Mar Baltico, la città è ricca di testimonianze architettoniche medievali concentrate soprattutto nella zona centrale. Proclamata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, Tallinn vanta uno dei centri storici medievali più belli e meglio conservati; una sorta di museo all’aria aperta. Un museo dove i vicoli tortuosi si intrecciano con case a graticcio, caffè, boutique e gallerie d’arte dove ci si può sbizzarrire con gli acquisti. Un vero e proprio paradiso dello shopping!

La sua struttura antica invita a passeggiare tra le viuzze acciottolate dove il pericolo di perdersi è praticamente nullo. Qui orientarsi è infatti abbastanza semplice, il punto di riferimento principale della città bassa è la Viru Square, per avere, invece, un approccio con Toompea, la parte alta della city, bisogna salire diversi gradini. Una scalata che vi premierà con uno spettacolo unico. Basta un solo colpo d’occhio per poter cogliere l’intera città; le antiche mura, il Golfo di Finlandia, le sue case medievali. Assolutamente da non perdere!

Tallinn offre molto al popolo della notte

Se, stanchi di tanto girovagare, l’ideale sarebbe concedersi un piccolo riposo magari sorseggiando una birra in uno dei tanti pub del centro storico e prepararsi psicologicamente alla night-life estone. Tallinn, città nottambula per eccellenza, ha molto da offrire al popolo della notte. Qui la vita notturna non ha niente da invidiare a Londra, Parigi o Milano, regala mille forme di svago e divertimento da soddisfare ogni tipo di esigenza. Nella capitale estone la vita notturna è vita! Vedere per credere.

Tre giorni passano in fretta, purtroppo, e forse non sono abbastanza per conoscere bene un paese interessante come l’Estonia. È un posto meraviglioso. A malincuore si lascia Tallinn e si  torna a casa, ma con una promessa: tornerò presto!  See you soon …

 Alberto Lentini