Enti turistici

Il nuovo rilancio dell’Egitto

Pubblicato: mercoledì 16/novembre/2016 alle 3:20 pm   /   by   /   commenti (0)

el-demery-e-fathydi Liliana Comandè

#ThisIsEgypt” è la nuova campagna promozionale con cui l’Egitto si ripresenta al mercato italiano e la sicurezza è al primo posto.

Una sala affollatissima da giornalisti e tour operator, tutti attenti ad ascoltare le parole del Chairmain dell’Ente del Turismo egiziano al Cairo, Hisham El Demery, il Direttore dell’Ente del Turismo egizianp in Italia, Emad Fathy Abdalla, l’Ambasciatore egiziano in Italia, Amr Mostafa Kamal Helmy, e gli ideatori della nuova campagna promozionale, Cinzia Desidera, Fabio Massimo Cocaina  e Chiara Tocci di Mindshare Italia, ha decretato il grande interesse che il mercato italiano ha ancora sulla ripresa del turismo nel paese dei Faraoni.

Belle le immagini del video che rappresentano sia i luoghi turistici e storico culturali piùambasciatore importanti egiziani: le Piramidi, il Tempio di Filae, il magico Nilo ad Assuan solcato dalle feluche, l’imponente tempio di Luxor, lo splendido Mar Rosso e i sui ineguagliabili fondali,  sia quelle dedicate alla vita quotidiana delle persone. Il tutto sottolineato da scritte brevi e talvolta ironiche. La splendida Accademia d’Egitto, a Roma, è stato il “palcoscenico” naturale di un evento che tutti attendevano con ansia. Non dimentichiamo che l’Egitto è sempre stata una destinazione amatissima dagli italiani e che ha “creato” la fortuna di tanti operatori italiani e il “pane quotidiano” per le agenzie outgoing.

 

momenti-eventoHa parlato per primo l’Ambasciatore , Amr Mostafa Kamal Helmy, che ha sottolineato quanto l’Egitto possa offrire ai turisti grazie al patrimonio storico culturale che possiede ma anche alle località balneari che sono sempre tanto piaciute agli italiani. Un Egitto che offre anche un turismo ecologico, religioso e balneare. Ha ammesso quanto il settore possa essere trainante per l’economia egiziana e quanto sia potuto calare in questi ultimi periodi. “Nel 2010, c’è stato il picco degli arrivi e questo ha dato occupazione al 12% della forza lavoro. Abbiamo ricevuto 14milioni e settecentomila turisti per 13 miliardi di entrate. Numeri importanti che costituiscono l’11% del PIL. Purtroppo abbiamo avuto una drastica diminuzione del turismo e abbiamo dovuto attuare una serie di cambiamenti per la sicurezza, momenti-evento2adottando le attrezzature più aggiornate negli aeroporti. La sicurezza è stata una priorità ed ora attendiamo di tornare ai numeri del 2010 in quanto il turismo rappresenta uno dei pilastri della nostra economia”.

In effetti, i nostri connazionali, nel 2010 erano al 4° posto per numero di visitatori ed ne erano arrivati un milione e trecentomila. Un bel numero che aveva contribuito anche a far conoscere ed apprezzare le località del Mar Rosso anche in inverno, contribuendo a destagionalizzare il periodo di vacanza.

 

Hisham El Dememomenti-evento-3ry, invece, ha puntato soprattutto sul discorso economico commerciale esistente fra i nostri paesi, non tralasciando, chiaramente, anche quello turistico. “Attualmente l’Italia è il secondo partner dopo gli Stati Uniti e il volume di scambi commerciali ha registrato un aumento fra il 2009 e il 2012 pari a 5,2 miliardi di euro, mentre ora gli investimenti raggiungono la somma di 2,6 miliardi. Il turismo è essenziale e ringraziamo gli operatori italiani che hanno presentato e promosso il nostro paese. Il turismo ha sempre rappresentato una importante risorsa e una maggiore crescita significa anche stabilità del paese”. “Il turismo è considerato il settore industriale a più rapida crescita e un pilastro per ogni paese. E’ soggetto a cambiamenti e per questo faremo tutto il possianubibile per supportare gli operatori che credono nel nostro paese” – ha proseguito il Chairman – “E’ importante cooperare e sono sicuro che insieme ce la potremo fare e che questa campagna promozionale farà tornare l’Egitto ad essere grande. Il nostro paese ha tanto da offrire, da condividere e da mostrare al resto del mondo. L’Egitto sarà sempre la terra dei Faraoni e farà sempre sentire come a casa propria ogni visitatore”.

 

Emad Fathy Abdalla ha rimarcato la necessità di rassicurare i visitatori e l’importanza del rilancio dell’immagine del paese in Italia:” Noi li invitiamo a non privarsi della possibilità di scoprire le bellezze storiche, artistiche e naturali della destinazione. L’Egitto offre storia e natura e meravigliose attrazioni. Le graMAR rOSSOndi piramidi di Giza, la grande Sfinge, rappresentano il fiore all’occhiello di una delle nazioni più ricche di reperti archeologici del pianeta. Il Cairo, Luxor, la Valle dei Re e delle Regine, Alessandria non possono non essere visitate, ma alle mete storiche si aggiungono le splendide località marittime che si affacciano sul Mar Rosso come Sharm El Sheikh, Hurghada, Marsa Alam, El Quseir, Dahab e Taba sono fra le più apprezzate al mondo. A queste aggiungiamo anche Marsa Matrouh, sul Mediterraneo, che ha un mare dai colori caraibici e che gli italiani avevano iniziato ad apprezzare. Infine, da non dimenticare, l’ottimo rapporto qualità prezzo, la vicinanza all’Italia e la possibilità di partire da molti aeroporti italiani grazie ai numerosi charter”.Egitto piramidi

E allora, nell’augurare all’Egitto di essere la destinazione numero uno per gli italiani, prepariamoci a vedere il video promozionale in 13 aeroporti, nelle stazioni delle metropolitane di Milano, Brescia e Roma e le foto più significative delle bellezze egiziane dipinte sui mezzi pubblici, sul web, sui social network e sui portali.

Bentornato Egitto!

Liliana Comandè

 

Nelle foto: Chairmain dell’Ente del Turismo egiziano al Cairo, Hisham El Demery, il Direttore dell’Ente del Turismo egizianp in Italia, Emad Fathy Abdalla, l’Ambasciatore egiziano in Italia, Amr Mostafa Kamal Helmy, con Vittorio Russo, decano dell’Egitto in Italia, alcuni momenti della conferenza stampa.

Comments (0)

write a comment

Comment
Name E-mail Website