Enti turistici, Hotellerie e B&B

Olanda: dormire in un dipinto di Van Gogh

Pubblicato: martedì 11/aprile/2017 alle 6:00 pm   /   by   /   commenti (0)

Vi piacerebbe dormire in una stanza che è la fedele riproduzione del quadro di Van Gogh “La camera di Vincent ad Arles”? Bene, dal mese scorso è possibile nel villaggio di Boxmeer, nel Brabant, dove nacque il celebre pittore e vi trascorse gran parte della sua vita. Ma dove esiste questa stanza? Ma all’interno dell’hotel Richie di Boxmeer, che ha trasformato una stanza in una copia esatta del dipinto della camera di Van Gogh ad Arles.

Dopo il successo della “Camera” che l’Art Institute di Chicago ha ricostruito nel 2016 e della versione itinerante della stanza realizzata dall’artista olandese Cornel Bierens già nel 1989, ora ne esiste una dove è possibile dormire!

Era stato scoperto che il famoso letto di Vincent van Gogh era stato portato a Boxmeer alla fine della seconda guerra mondiale, e alla fine dello scorso anno sono iniziate le ricerche del letto originale dell’artista.

Non è stato ancora trovato, ma l’inventiva umana è sempre grande e geniale e così,  il  proprietario dell’Hotel Richie, ha trasformato una delle stanze dell’albergo in una copia esatta del dipinto di Van Gogh del 1888, con gli stessi colori e gli stessi quadri alle pareti.

Non è stato dimenticato nulla e ci sono anche la sedia e il  comodino!

Il prezzo della camera, chiaramente solo singola,  è piuttosto economico. Si parte da 71,50 € , e si arriva a 80,65 € se si aggiunge la colazione.

Hotel-Restaurant Riche
Steenstraat 51, 5831 JB Boxmeer
tel: 0485-578222,
www.riche.nl

L’iniziativa di Boxmeer dimostra non solo che la storia di Van Gogh è fonte di ispirazione ovunque nel mondo, ma anche che l’eredità dell’artista è presente in tutta la regione del Brabante. Frank van den Eijnden, direttore di Van Gogh Brabant: “Apprezziamo molto questa iniziativa, soprattutto perché l’albergatore proporrà anche pacchetti turistici che includono visite al Villaggio di Van Gogh a Nuenen, al Museo del Brabante del Nord e al Museo Kröller-Müller.

 

Comments (0)

write a comment

Comment
Name E-mail Website