invito_convegno_nazionale_aeroporti_minori_aviosuperfici_e_campi_volo Sono oltre duecento, a una settimana dall’evento, le adesioni già giunte in redazione e sul sito di Avioportolano Italia, promotore e organizzatore del convegno di presentazione del “Progetto avioturismo Italia – Il ruolo delle piste private e degli aeroporti minori come Scali Avioturistici per sviluppo del turismo e del territorio”.

E continuano ogni giorno ad arrivarne a decine, facendo prevedere che il numero di partecipanti sarà almeno il doppio. Lo scopo dell’iniziativa, patrocinata della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo, è, come noto, quello di fare del nostro Paese, con un’apposita proposta legislativa, il principale polo d’attrazione europeo per il turismo aereo leggero e da diporto. In tanti, dunque, si troveranno il 14 marzo prossimo a Roma, presso la Casa dell’Aviatore: ci saranno i presidenti di tutti i più importanti enti aeronautici nazionali, tra cui FIVL (Federazione Italiana Volo Libero), FIVU (Federazione Italiana Volo Ultraleggero), AOPA Italia (Aircraft Owner and Pilot Association), ADM (Associazione Deltaplani a Motore), AIDA (associazione Italiana Diporto Aeronautico), FIVV (Federazione Italiana Volo a Vela), ILAN (Italy Light Airport Network), UNICA (Unione Italiana Comparto Aviazione).

p96Ma hanno già aderito con entusiasmo all’iniziativa confermando la loro presenza anche decine di associazioni sportive aeronautiche locali, oltre a un centinaio gestori e responsabili tecnici di aviosuperfici e piccoli aeroporti, 25 aziende aeronautiche, e tanti enti locali con assessori provinciali e rappresentanti di diverse Regioni italiane.

Un interesse dovuto anche alla platea dei relatori che comprende personalità rilevanti del comparto aeronautico e turistico e interlocutori pubblici essenziali per gli operatori del settore. Oltre al direttore di Avioportolano Italia e ideatore del Progetto Avioturismo, Guido Medici, che ne presenterà contenuti e modalità di attuazione, interverranno il dott. Daniele Rallo, Presidente dell’Associazione Nazionale Urbanisti e Pianificatori Territoriali e Ambientali, sulla collocazione delle piste private nel quadro urbanistico vigente e il dott. Angelo Canale, direttore del Dipartimento per lo sviluppo e la competitività del turismo della Presidenza del Consiglio dei Ministri, sugli spazi legislativi di valorizzazione e sviluppo degli scali avioturistici. E poi Matteo Marzotto, presidente dell’Enit, l’agenzia nazionale per il turismo, sul ruolo degli enti di promozione turistica in questo contesto e il dott. Silvano Manera, direttore Generale dell’Enac,

Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, sulle soluzioni per una maggiore permeabilità di circolazione del volo da diporto.

E’ previsto consistente anche il dispiegamento di media che oltre a tutte le più importanti testate del settore aeronautico (si sono già accreditate Air Press, Volare, Aviazione Sportiva, Volando, Cybernaua InformAction Magazine, AeroKurier, Flying Pages, Aviacion Deportiva, Volez), vedrà la presenza di molte testate locali e nazionali, televisive e della stampa specializzata del settore turistico ed enogastronomico. Saranno tutte queste presenze a fare del convegno un importante momento di confronto per individuare le linee guida più efficaci, condivise e subito praticabili affinché il “Progetto avioturismo Italia” possa diventare realtà. Da ricordare che durante i lavori saranno presentati per la prima volta da Guido Medici i risultati inediti dell’elaborazione comparata dei dati raccolti con i censimenti delle piste di volo realizzati, con cadenza biennale, fin dal 1987. L’analisi mette in evidenza l’eccezionale tasso di incremento in vent’anni del numero delle piste che supera il 500% e l’altrettanto importante evoluzione dei servizi, delle strutture ricettive, commerciali e industriali localizzate su oltre un terzo delle piste, il ruolo determinante che queste svolgono a servizio del territorio, del turismo e della piccola industria aeronautica e il grado di potenziale ulteriore sviluppo. L’appuntamento è dunque a Roma, il 14 marzo, nella sala Baracca della Casa dell’Aviatore, in viale dell’Università 20, con inizio lavori alle ore 9.30 e termine alle 17 circa. Si può ancora confermare la propria presenza via fax allo 041935549 o con email a [email protected]